Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Nicoletta Rinaldi

nicoletta rinaldi

 

Rinaldi Nicoletta
Nata a Modena il 19-4-59
Insegna filosofia e scienze umane al liceo formiggini di Sassuolo

🌹Formazione nell’area della Filosofia della Psicoanalisi, della Psicologia sistemica, della bioenergetica e delle arti corporee correlate(arte terapia).
Nell’autunno 1985 si Laureata in filosofia con una tesi in psicologia dinamica sulla relazione tra sogno e gioco, sotto la guida del prof. G. Carloni e discussa con il prof. Zucchini, con la votazione di 110 e lode.
Nel marzo 1991 si abilita all’insegnamento di filosofia e scienze dell’educazione, nel frattempo approfondisce l’interesse per la Psicoanalisi freudiana (iniziando l’analisi personale con Egon Molinari).
Partecipa a diversi specifici percorsi/seminari a orientamento junghiano, approfondisce lo studio dell’analisi del carattere secondo la ricerca di W. Reich e l’approccio bioenergetico di A. Lowen.( I seminari a carattere esperienziale e di gruppo, sollecitavano la capacità introspettiva, la capacità di leggere il linguaggio corporeo e di intervenire sull’altro secondo l’azione diretta sul corpo).
Durante gli anni 1989-91 frequenta la scuola sistemica di Modena sotto l’insegnamento dei prof. Bassoli e Mariotti.
Negli anni 89-90 partecipa ai laboratori esperienziali sul gioco della sabbia nella psicologia di C. G. Jung tenuti da Paola Tonelli a Milano secondo una prospettica pedagogica. (Tale pratica deriva dal gioco del mondo che M. Lowenfeld aveva attuato nella sua ricerca di uno strumento psicologico di espressione capace di rappresentare direttamente il mondo del bambino, e dagli studi di dora Kalff (allieva diretta di Jung).
Negli anni 1994- 1999 partecipa a diverse esperienze dirette da Lorenzoni e collaboratori nella casa laboratorio di Cenci( centro di ricerca educativa ed artistica che elabora proposte su temi ecologici e interculturali.) secondo la tecnica del Cerchio narrativo. (Successivamente partecipa ai percorsi esperienziali basati sulla pratica del cerchio narrativo tenuti da Magda Siti nella biblioteca Delfini di Modena, intitolati Parabole. Vedi sezione teatro)
Tra il 2009 e il 2011 partecipa a tre seminari di scrittura autobiografica, organizzati dalla LUA (libera università di Anghiari fondata da D. Demetrio)
Nel 2006-2007 frequenta alcuni corsi a carattere esperienziale tenuti a Milano nella scuola ABOF . ( Scuola di pratiche filosofiche offre corsi di specializzazione in Analisi biografica a orientamento junghiano. Il corso, partendo dall'impegno vocazionale nella pratica di un modo di vivere filosofico, ha come obiettivo la cura dell'altro. Base imprescindibile sono la costruzione e lo sviluppo di una consapevolezza personale che, solo in quanto tale, può diventare per l'altro aiuto nella ricerca di un senso dell'esistenza capace di sopportare e integrare i momenti di crisi, trasformandoli in occasioni di comprensione e di equilibrio.)
Nel 2013 frequenta un master di Anatomia Esperienziale a Milano tenuto dal prof Tolja Jader, medico psichiatra e psicoanalista.
Nello stesso anno partecipa a un gruppo di lavoro sul tema dell’autenticità della relazione e sul Narcisismo, a orientamento Junghiano, diretto da due psicoterapeuti: dott. Ssa Agostaro e dott. Giorgi.
Dal 2014 conduce con i propri allievi del liceo formiggini di Sassuolo percorsi esperienziali per la cura di sé e degli altri e per la ricerca del Sé autentico attraverso l’uso dell’Arteterapia. In particolare: Ascoltare la conchiglia. Il bambino nascosto, fenomenologia della fiaba una proposta per mantenere vivo il dialogo con il proprio bambino interiore, senza confondersi in esso, laboratorio esperienziale basato sulle tecniche dell’Arte Terapia.
Da anni partecipa alle molteplici iniziative culturali (seminari, workshop, lezioni magistrali ecc..) tenute da studiosi che approfondiscono la ricerca in ambito Filosofico e Psicoanalitico (che operano in nell’area delle scienze sociali - politiche e della pedagogia) in quello delle Arti visive grafiche e plastiche, Cinema, Letteratura e poesia. (partecipa assiduamente a tutti i festival tenuti sul territorio: filosofia, psicoanalisi (ad es. partecipa a tutte le iniziative del prof. Montanari di libera parola centro di psicoanalisi applicata), poesia, teatro, Arti visive e grafiche. ( iniziative attivate a Modena dall’ istituto meme, dalla fondazione S. Carlo, dal museo civico e dalla biblioteca Delfini e dalla Drama, festival della poesia dei comuni dei Castelli e festival della letteratura di Mantova, filosofia a Sarzana ecc..)
Nel 2012-13 frequenta a Milano, diversi stage di anatomia esperienziale guidati dal prof. Tolija Jader( medico, psicoterapeut e ricercatore presso l’università di Bratislava) negli ultimi vent’anni si è dedicato allo studio dei fattori fisici e psichici coinvolti nei processi di cambiamento, oltre che in campo medico e sportivo. Autore di diversi libri, tra cui Pensare col corpo.)
Dal luglio 2013 al gennaio 2014 ha frequentando gli stage in bioenergetica e arte terapia (centro Sarvas associazione psico- socio- pedagogica: Counselling a mediazione corporea umanistico bioenergetico).

🌹🌹Formazione nell’area del teatro e della danza
Dal 1980 cura la propria formazione in campo teatrale frequentando stage intensivi, seminari esperienziali, workshop residenziali, incontrando maestri provenienti da varie parti del mondo. Partecipa al festival di Volterra nel 1995 sotto la direzione di M. Baliani. Partecipa a diversi spettacoli diretti da M. Baliani, P. Delbono, E. Vargas.
Si forma sulla base del metodo di J. Grotowski ed E. Barba, lavorando con alcuni degli allievi ( A. Zeneur, S. Vercelli) di questi importanti maestri rivoluzionari, fondatori del “ Teatro antropologico”, che ebbe una notevole influenza su tutto il teatro di ricerca. Prosegue la sua formazione teatrale curando in modo particolare l’espressività del corpo nel teatro danza, seguendo il percorso di lavoro della compagnia Robledo- Delbono, allievi della geniale danzatrice, coreografa Pina Bausch. Partecipa a laboratori di approfondimento della pratica attorale tenute da Salmon Thiery e collaboratori (Mandruzzato, Palminiello e altri).A partire dagli anni 80’ studia danza contemporanea con diversi maestri ( in particolare con Terri j. Weikel, M. Abbondanza e A. Bertoni) partecipa a percorsi formativi con artisti quali: Mariangela Gualtieri e Ronconi del gruppo della Valdoca , Marco Martinelli del teatro delle Albe, Alberto Grilli, Danio Manfredini, Marco Baliani, Monica Francia, Maria Consagra, Marco Cavicchioli, Pippo Del Bono, Monica Klinger, Monica Francia, Germana Giannini, Michele Sambin, Maria Grazia Mandruzzato, Claudio Morganti, Luisa Paisello, Silvia Paisello, Renata Palminiello, F. Pardeilhan, P.Robledo, A.Santagata, Magda Siti, A. Tognon, Stefano Vercelli, Anne Zeneur, il gruppo del Teatro Mundi, Il gruppo dei Living Theatre con Judith Malina.
In ognuna di queste esperienza si partiva da un tema e da un testo specifico (vedi curriculum dettagliato) il risultato dei percorsi di ricerca sono stati rappresentati nei teatri di Modena attraverso studi e spettacoli.
Dal 1999 al 2003 segue diversi cicli di lezioni basate sul metodo feldenkrais con la coreografa- danzatrice Terri j. Weikel.
Nella primavera del 1997 e in quella del 1998 partecipa ai corsi di aggiornamento per attori e animatori che operano nell’ambito del teatro per ragazzi tenuti da Loredana Perissinotto e dai suoi collaborati, organizzati dalla Drama. Durante gli anni 1999-2.000 -2001 partecipa ad un progetto del centro stranieri di Modena, condotto da Magda Siti, intitolato “Parabole” che ha visto coinvolti individui provenienti da esperienze personali, culturali e geografiche molto diverse tra loro. L’autobiografia è stato il tema centrale del percorso. Ho partecipato anche a tutte le attività collaterali del progetto: conferenze, dibattiti, incontri con scrittori e artisti.

🌹🌹🌹Formazione nell’ambito dello yoga e della meditazione.
Ha conseguito il diploma per l'insegnamento di hatha yogaseguendo il percorso di approfondimento per insegnanti sotto la guida di Beatrice Benfenati allieva diretta di Gérard Blitz (maestro belga pioniere dello yoga in Europa, ordinato monaco zen del maestro Taisen Deshimaru, divenne maestro di yoga seguendo l'insegnamento di T.K.R krisnhamacarya.)
Dal 2009 insegna hatha yoga e yoga dinamico.

Nel2011 e 2012 segue i seminari filosofici per la meditazione condotti dal maestro filosofo Franco Bertossa, fondatore del centro Asia di Bologna.
Dal 2007 partecipa a diversi percorsi di hatha yoga, yoga dinamico, meditazione, seminari residenziali e stage intensivi tenuti da Roberto Ferrari, dal 2014 segue I seminari e ritiri spirituali estivi di Giulio di Furia allievo diretto di G. Blitz e F. Bertossa.
Dal 2004 pratica con continuità yoga e meditazione con Roberto Ferrari e Tiziana Ferrari, Beatrice Benfenati e Giulio di furia sulla base dell'insegnamento di Gérard Blitz e Franco Bertossa.

Attività ed esperienze integrative:
Dal 1999 al 2009 segue diversi cicli di lezioni basate sul metodo Feldenkrais con la coreografa danzatrice Terry J. Weikel e negli stessi anni partecipa a seminari intensivi di danza contemporanea che hanno previsto sempre un confronto con il pubblico.
Dal 2008 al 2011 pratica chi gong seguendo i corsi e laboratori di approfondimento tenuti dall'insegnante Daniela Monzani. Contemporaneamente partecipa ai seminari intensivi con Georges Charles tenuti dal centro natura di Bologna.

Dal 1999 collabora con diverse istituzioni culturali del territorio con il Comune di Modena, i servizi per la scuola, il centro educativo Memo, il Centro stranieri, proponendo laboratori teatrali per adulti e ragazzi, progetti di animazione del libro per bambini, laboratori di lettura per bambini del nido e per i genitori, laboratori di formazione per insegnanti, percorsi artistico espressivi per adolescenti, percorsi sensoriali e progetti sulla narrazione orale.

🌹🌹🌹🌹Esperienze professionali
Insegna filosofia e Scienze Umane dall’87.
Dal 1987 al 1999 oltre a insegnare le materie di indirizzo, ha coordinato il tirocinio della scuola M. Immacolata (liceo psico-pedagogico progetto Egeria) in collaborazione con il comune di Modena.
Dal 2003 (ad oggi) insegna filosofia e scienze umane nel liceo delle Scienze Umane Formiggini di Sassuolo.
Dal 1997 al 1999 nel ruolo di psico-pedagogista ho guidato dei gruppi di mamme durante un percorso di preparazione al parto con tecniche yoga, secondo il metodo F. Leboyer, dando continuità all’esperienza anche dopo la nascita dei loro bambini. Sotto la supervisione della maestra yoga (Stradi Angela) ha condotto un corso dl massaggio indiano sui neonati, offrendo sostegno alle mamme durante la delicata fase dell’allattamento al seno.
Dal 1999 collabora con diverse istituzioni culturali del territorio, con il comune di Modena, i servizi per la scuola, il centro educativo Memo, il Centro Stranieri, proponendo laboratori teatrali per adulti e ragazzi, progetti di animazione del libro per bambini, laboratori di lettura per bambini del nido e per i genitori, laboratori di formazione per insegnanti, percorsi artistico-espressivi per adolescenti, percorsi sensoriali e progetti sulla narrazione orale. Con una propria animazione teatrale si è aperta l’inaugurazione del “Sognalibro” di Modena, ha realizzato i propri progetti in molte biblioteche della provincia di Modena e Reggio e in diverse scuole materne e Nidi comunali della provincia.( per approfondire si veda curriculum dettagliato delle iniziative sopraelencate)
Partecipa al progetto Nati per leggere alla fiera del libro di Bologna dal 2003 al 2006.
Nel 2008 collabora con la casa editrice Panini (e con N. Costa) per la realizzazione di un testo teatrale ispirato al personaggio di Giulio Coniglio di Nicoletta Costa.
Ha condotto diversi laboratori teatrali e/o di scrittura creativa ( anche in lingua) in molte scuole di primo e secondo grado di Modena (liceo Muratori, istituto Selmi ecc..) curando la regia della messa in scena finale del progetti realizzati.
Nel 2007 ha condotto un laboratorio di scrittura creativa sul tema della Shohà e di teatro realizzando uno spettacolo intitolato “Fino in fondo” con le alunne del liceo Formiggini di Sassuolo coinvolte nel progetto “Un treno per Auschwitz”, l’anno seguente ha collaborato per la realizzazione di un video prodotto dai ragazzi coinvolti nelle attività della stessa iniziativa del treno per Auschwitz. ( tutto il materiale prodotto è disponibile per essere visionato.)
Ha scritto il testo e curato la regia di una decina di spettacoli per adulti ( e numerosi per bambini e ragazzi) rappresentati nel Comune di Modena e provincia, il quartiere di Buon Pastore aveva predisposto uno spazio a S. Damaso, per la preparazione degli spettacoli. ( per maggiori informazioni vedi curriculum completo.)
In collaborazione con i servizi sociali di Modena ha realizzato per diversi anni un progetto sperimentale di Teatro-sociale utilizzando diverse tecniche per il recupero e il riadattamento dei ragazzi nel tessuto socio culturale di appartenenza. Con un gruppo di tre ragazzi selezionati dai laboratori, nel 2002 partecipa a premio scenario passando le diverse selezioni e arrivando alla penultima; alcuni membri della giuria (Martinelli e Grilli) si erano rivolti all’ERT di modena per segnalare la validità del lavoro con i ragazzi chiedendo che ci fosse predisposto uno spazio per poter continuare l’interessante e originale percorso di ricerca, visto che i ragazzi, avendo appena 15 anni, necessitavano di un periodo di formazione costante nel tempo. Purtroppo questo spazio non ci è stato concesso, portando come argomentazione il fatto che il direttivo non si poteva assumere la responsabilità di tale iniziativa, visto che i ragazzi erano dei minori.
Da alcuni anni (2007-2012) partecipa al festival filosofia di Modena, con diverse proposte per ragazzi, ognuna appositamente creata sul tema-portante (parola-chiave) delle diverse edizioni del festival. ( per maggiori informazioni vedi curriculum completo.)
Dal febbraio 2012 conduce un corso di Hatha yoga e meditazione, presso il centro benessere Senza Frontiere di Modena e seminari di bioenergetica ed Arte Terapia.
Nell’agosto 2012 e 13, nella località di Bagni Froy ( in val di Funes) ha condotto un paio di seminari residenziali di yoga e arte terapia.
Dal gennaio 2015 conduce un corso di hatha yoga presso il centro Tigre Bianca di Modena.
Dal 2008 al 2013 partecipa al Festival della Filosofia di Modena proponendo spettacoli interattivi e laboratori per ragazzi.
Nel 2018 partecipa al festival con la proposta di una performance/spettacolo del titolo:
“Fiamme nella caverna.
E se il filosofo della caverna fosse una donna?”
Nel giugno 2019 partecipa a diversi workshop intitolati: cosmos dal body Mind centering alla performance,
ideati da Daria Menechett, sotto la direzione di:Marta Olivieri, Rosita Mariani, Cinzia Delorenzi

🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹
Possedendo una solida formazione psicoanalitica(fondata anche sui principi della bioenergetica di Lowen) teatrale, e della filosofia esperienziale attraverso lo yoga e la meditazione, coniuga tutto questo in workshop che si basano sulla ricerca di senso mediante il corpo, la scrittura e narrazione dei sogni.
🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹
A conclusione del curriculum vorrei indicare il filo rosso che percorre l’intero mio percorso formativo, segnalandone l’origine: l’interesse per la stretta e significativa connessione tra mente e corpo, la bioenergetica, la dimensione fisica e sapienziale del Corpo, la dimensione del Sacro in senso filosofico, esistenziale, antropologico.

Stampa Email